Movimenti giovanili dei partiti e parlamenti dei giovani impegnati per rafforzare l’educazione civica e alla cittadinanza

BPP 06.10.2018

La Soirée Politique della Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani FSPG ha offerto oggi ai parlamenti dei giovani e ai movimenti giovanili dei partiti cantonali un’occasione di scambio sul tema del rafforzamento dell’educazione civica e alla cittadinanza. Circa 50 giovani e giovani adulti interessati si sono incontrati oggi a Berna, dove hanno discusso sulle procedure concrete necessarie per attribuire maggiore valore all’educazione civica e alla cittadinanza in ogni cantone. Tutti i presenti hanno concordato sull’urgente necessità di una maggiore considerazione dell’educazione civica e alla cittadinanza nelle scuole. La trasmissione delle conoscenze e delle competenze in questo ambito porta alla presa di coscienza dei doveri politici delle cittadine e dei cittadini e infine alla tutela duratura del sistema politico svizzero.

I parlamenti dei giovani e dei movimenti giovanili dei partiti cantonali si impegnano costantemente per rafforzare l’educazione civica e alla cittadinanza. Con la prima Soirée Politique della FSPG del 6 ottobre 2018 ha avuto luogo a Berna un’occasione di scambio su questa tematica. L’obiettivo dell’evento era quello di dare ai giovani impegnati a rafforzare l’educazione civica e alla cittadinanza un’opportunità di scambio che andasse oltre i confini cantonali e di partito. Quest’opportunità è nata per i partecipanti a cena durante le tavole rotonde. Diversi relatori e relatrici impegnati sul campo e nella ricerca hanno illustrato lo sviluppo dell’educazione civica e alla cittadinanza in Svizzera (Stefanie Marolf, PHZH), la pratica di un cantone bilingue (Carole Angéloz, Canton FR) e dei sondaggi di opinione sul tema tra la popolazione, in particolare da parte dei giovani (Cloé Jans, gfs.bern).

La ricerca conferma il grande valore dell’educazione civica e alla cittadinanza

Nonostante in Svizzera le cittadine e i cittadini abbiano una grossa responsabilità politica attraverso la democrazia diretta e il sistema di milizia, le conoscenze e le competenze politiche vengono relativamente poco promosse nelle scuole svizzere. Tuttavia, questa promozione è importante per una tutela duratura del sistema politico svizzero. Solo pochi Cantoni offrono l’educazione civica e alla cittadinanza come materia scolastica. La promozione dell’educazione civica e alla cittadinanza è ampiamente considerata dalla società come un elemento di riforma cruciale per il sistema politico svizzero. Anche uno studio del 2014 condotto dall’istituto di ricerca gfs.bern lo dimostra. I giovani stessi conferiscono all’educazione civica e alla cittadinanza un valore considerevole. Secondo il monitor politico di easyvote del 2017, due terzi delle studentesse e degli studenti del livello secondario II ritengono che l’educazione civica e alla cittadinanza sia per loro centrale.

Decisioni incoraggianti da parte dei Cantoni AG e TI

In Svizzera la politica in materia di formazione è principalmente di competenza dei Cantoni, e così anche l’educazione civica e alla cittadinanza. Per questo motivo il rafforzamento dell’educazione civica e alla cittadinanza deve essere attuato a livello cantonale. I partecipanti alla Soirée Politique hanno seguito questo approccio. Durante la cena offerta dalla fondazione StrategieDialog21, i giovani e le giovani politici hanno discusso su come l’educazione civica e alla cittadinanza potrebbe essere rafforzata all’interno del loro cantoni. Le possibilità per questo sono le iniziative politiche e le iniziative popolari. Che queste siano delle valide opportunità lo dimostrano i Cantoni Ticino e Argovia, dove di recente il popolo o il governo hanno deciso di introdurre una materia di educazione civica e alla cittadinanza.


Contatti: Maurus Blumenthal, Direttore FSPG, maurus.blumenthal @ dsj.ch, +41 (0)79 394 52 86

Posti vacanti