Monitor politico easyvote: i movimenti giovanili stanno perdendo popolarità

Comunicato stampa 17.11.2022

Tra le giovani adulte e i giovani adulti in Svizzera si profila una tendenza alla partecipazione politica parziale. È quanto dimostrato dal Monitor politico easyvote 2022, uno studio rappresentativo condotto dall’istituto di ricerca gfs.bern su mandato della Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani FSPG. Lo studio è stato presentato ieri in occasione della Conferenza easyvote al Politforum di Berna.

di più...

Sempre più giovani si impegnano solo parzialmente in politica, e al contempo è in calo il numero di quelle e quelli che non vi si interessano affatto. Con questa partecipazione politica parziale, i movimenti giovanili hanno perso potere persuasivo. La tendenza a utilizzare strumenti politici istituzionalizzati si delinea anche nelle attività delle giovani adulte e dei giovani adulti. La volontà di partecipare alle votazioni nazionali è ad esempio ai livelli più alti dall’inizio dei sondaggi nel 2014. È quanto emerge dai risultati del Monitor politico easyvote 2022, uno studio rappresentativo nel quadro del quale sono stati intervistati 1’500 giovani tra i 15 e i 25 anni. È già la settima volta che il gfs.bern svolge un sondaggio simile su incarico della FSPG.

«Lo studio dimostra: i giovani vogliono partecipare alla politica. Proprio su questo punto entra in gioco easyvote. Per far sì che molti giovani adulti sfruttino appieno il loro diritto di voto, forniamo informazioni facilmente comprensibili e neutrali in tema di votazioni ed elezioni», spiega Alice Zollinger di easyvote, una delle offerte della FSPG.
 

Il cambiamento climatico è ciò che sta maggiormente a cuore ai giovani

Se nell’edizione 2020 del Monitor politico easyvote le tematiche prioritarie per i giovani erano il razzismo, la discriminazione o la politica estera, quest’anno è il cambiamento climatico ad aggiudicarsi il primo posto. In generale si nota che gli aspetti meno presenti all’ordine del giorno per la politica e le autorità sono quelli che ai giovani stanno maggiormente a cuore. Oltre il 30 percento delle persone intervistate hanno affermato di interessarsi a tematiche come la parità di genere, i diritti LGBTQI+, la politica economica nonché la politica interna Svizzera. Ambiti politici come la sicurezza e la salute pubblica interessano meno.

Per quanto riguarda il consumo mediatico, lo studio mostra che una minoranza in crescita è politicamente ben informata e consuma quotidianamente una o più volte informazioni politiche. La credibilità dei media in ambito politico rimane pressoché invariata.
 

Risultati dello studio esposti alla Conferenza easyvote

Con il titolo «Gen Z: Tra attivismo e disinteresse», oggi a Berna si è tenuta la Conferenza easyvote. In una prima discussione, la consigliera agli Stati Johanna Gapany (PLR) e il consigliere nazionale Fabian Molina (PS) hanno parlato della loro candidatura e del loro percorso verso le elezioni in vista dell’anno elettorale 2023. I risultati del Monitor politico easyvote 2022 sono stati tematizzati durante la seconda discussione che ha visto la partecipazione di Cloé Jans del gfs.bern, Bettina Brunner di Operation Libero, la ex giovane parlamentare e rappresentante FSPG Patricia Mutti e Gino Rösselet della Milchjugend.

 

Ulteriori informazioni

 


Contatto

Alice Zollinger, Responsabile progetto Conferenza easyvote
031 384 09 09
alice.zollinger @ dsj.ch

Cloé Jans, Responsabile attività operativa e portavoce gfs.bern
079 646 87 63
cloe.jans @ gfsbern.ch

I giovani hanno ora l’opportunità di porre le proprie domande al Presidente della Confederazione Cassis

Comunicato stampa 21.07.2022

Insieme al Presidente della Confederazione Cassis, la Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani sta conducendo la campagna «Chiedilo al Presidente della Confederazione». L’iniziativa permette ai giovani di sottoporre online le proprie domande a Ignazio Cassis. Il Presidente della Confederazione risponderà personalmente, durante una conferenza prevista l'8 settembre, a 12 delle domande estratte a sorte tra le pervenute.

di più...

La campagna «Chiedilo al Presidente della Confederazione» offre ai giovani un accesso diretto alla politica nazionale. Attraverso la piattaforma www.engage.ch tutti i giovani di età compresa tra i 12 e i 25 anni che vivono in Svizzera hanno infatti l’opportunità di sottoporre le proprie domande al Presidente della Confederazione Ignazio Cassis. Le domande, che possono vertere su qualsiasi tema, possono essere condivise fino al 7 agosto alla pagina https://www.engage.ch/it/chiedilo-al-presidente.


Obiettivo della campagna è raggiungere i giovani nella quotidianità attraverso i loro canali di comunicazione abituali, fornendo così loro una via di accesso semplice e diretta alla politica. Tra tutte quelle inviate, il Presidente della Confederazione risponderà personalmente a 12 domande. Le risposte saranno fornite durante un’apposita conferenza l'8 settembre al Bernerhof di Berna.


Quest’anno la campagna «Chiedilo al Presidente della Confederazione» di engage.ch è giunta alla terza edizione. Nei due anni precedenti, prima Simonetta Sommaruga e poi Guy Parmelin, avevano incontrato i giovani per rispondere alle loro domande.


Il progetto «Chiedilo al Presidente della Confederazione», realizzato congiuntamente dalla Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani (FSPG) e dal Presidente della Confederazione Ignazio Cassis, si basa sullo strumento politico dell’ora delle domande. Nell’ambito di queste sessioni, i consiglieri nazionali e agli Stati possono sottoporre al Consiglio federale le proprie domande, a cui rispondono la Consigliera o il Consigliere federale di competenza. Con la campagna «Chiedilo al Presidente della Confederazione» i giovani hanno la stessa opportunità. In questo modo la Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani (FSPG) offre loro un nuovo strumento per prendere parte alla vita politica.


Sono già più di 80 le domande inviate finora dai giovani, di età compresa tra i 12 e i 25 anni. Tutti i quesiti già condivisi sono disponibili qui. Le domande sono state presentate da giovani di tutta la Svizzera e sono state inviate in tedesco, francese e italiano. Tra tutte le questioni pervenute ne saranno sorteggiate 12, a cui il Presidente della Confederazione risponderà personalmente l’8 settembre a Berna nel corso di un’ora delle domande dedicata ai giovani.


Contatto

In caso di domande Sara Schmid, Co-direttrice FSPG, è a vostra completa disposizione:

+41 (0)79 720 11 28
sara.schmid @ dsj.ch

 

Materiali

Campagna «Cambia la Svizzera!» 2022: engage.ch è alla ricerca di idee giovani

Comunicato stampa 07.02.2022

Niculin Detreköy (capo del team Campagne), Noé Pollheimer e Léonie Hagen (Comitato) della Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani insieme ai giovani partecipanti alla campagna «Cambia la Svizzera!» 2021.

engage.ch invita i giovani a partecipare alla campagna nazionale «Cambia la Svizzera! 2022!». Dal 7 febbraio al 20 marzo 2022 tutti i giovani tra i 14 e i 25 anni residenti in Svizzera possono pubblicare le loro idee per il futuro della Svizzera sulla piattaforma online www.engage.ch.

di più...

I giovani membri del Consiglio nazionale sceglieranno poi una proposta a testa e la integreranno nella politica nazionale. Il progetto «Cambia la Svizzera!» della Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani FSPG offre ai giovani la possibilità di essere ascoltati da Palazzo federale. I giovani devono semplicemente avere un’idea innovativa o una proposta personale che possa in qualche modo plasmare il futuro della Svizzera.

I politici partecipanti alla campagna «Cambia la Svizzera!» 2022 sono:

  • Corina Gredig (Verdi liberali, ZH)
  • Erich Hess (UDC, BE)
  • Franziska Ryser (Verdi, SG)
  • Greta Gysin (Verdi, TI)
  • Léonore Porchet (Verdi, VD)
  • Lukas Reimann (UDC, SG)
  • Meret Schneider (Verdi, ZH)
  • Mike Egger (UDC, SG)
  • Sarah Wyss (PS, BS)
  • Simon Stadler (Centro, UR)
  • Vincent Maitre (Centro, GE)

Contatti

Non esitate a contattarci in caso di domande o per maggiori informazioni.

Niculin Detreköy, Responsabile engage.ch                                                    
031 384 08 06
078 911 13 40
niculin.detrekoey @ dsj.ch

Sara Schmid e Christian Isler assumono la co-direzione della FSPG

Comunicato stampa 03.12.2021

La direzione dell'ufficio della Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani FSPG sarà gestita da due persone. Dopo tre anni, Stefanie Bosshard passa il testimone a Sara Schmid e Christian Isler, che insieme vogliono continuare a promuovere i parlamenti dei giovani e la partecipazione politica dei giovani.

di più...

A partire dal 2022, l'ufficio della FSPG sarà gestito da un duo. Sara Schmid e Christian Isler succederanno a Stefanie Bosshard, la quale si trasferirà alla Fondazione Democrazia Svizzera per assumerne la direzione. La decisione di optare per una co-direzione è frutto del processo di sviluppo organizzativo che la FSPG ha realizzato l'anno scorso. «Grazie alla co-direzione, possiamo distribuire i compiti e le responsabilità su più spalle, il che è in piena linea con lo spirito della FSPG», afferma Christian Isler spiegando le ragioni della nuova organizzazione.

Christian Isler lavora alla FSPG già dall'agosto 2019. Fino ad ora è stato a capo del settore youpa e da novembre 2020 è anche vice direttore della FSPG. Il 31enne ha studiato scienze politiche e prima di entrare nella FSPG ha lavorato per l'organizzazione non governativa Biovision e due anni per i Servizi del Parlamento. Nel tempo libero, Christian Isler è presidente volontario del festival musicale «Landäbärg Unplugged» e fa parte del comitato organizzativo di «Kino im Kocher» a Berna.

Sara Schmid, politologa, si unisce ora alla FSPG nel ruolo di co-direttrice. Impegnata negli ultimi tempi presso l'Università di Berna, in precedenza ha lavorato quasi tre anni per Procap Svizzera dove è stata, tra le altre cose, vice direttrice del dipartimento di politica sociale / lobbying. Ha anche gestito il progetto di partecipazione politica «Denkfabrik – inklusiv politisieren». Oltre alla sua esperienza professionale nelle associazioni, la trentenne conosce anche la prospettiva del volontariato: co-presiede l'associazione «voCHabular» ed è membro del consiglio dell'associazione «Läbigi Stadt» a Berna. Sara Schmid è cresciuta bilingue con il tedesco e l'italiano e fa parte del municipio della città di Berna per il PS.

«La FSPG e i suoi membri svolgono un ruolo cruciale nel permettere ai giovani di partecipare alla politica. Non vedo l'ora di poter dare il mio contributo insieme a questo grande team», dichiara Sara Schmid. Insieme, Sara Schmid e Christian Isler intendono rafforzare ulteriormente la posizione dei parlamenti dei giovani, vogliono incoraggiare i giovani a impegnarsi in politica e sviluppare ulteriormente la FSPG come centro di competenza per la formazione politica e la partecipazione alla vita politica dei giovani orientato alla pratica.


Contatto

Christian Isler
Co-direttore designato
christian.isler @ dsj.ch
+41 79 438 76 57

Persona di contatto

Martina Tomaschett

Capa della sezione Comunicazione

E-Mail