Favorire la partecipazione dei giovani nei Comuni


In collaborazione con la Scuola universitaria professionale di Lucerna, la FSPG conduce un progetto di ricerca intitolato „Favorire la partecipazione dei giovani nei Comuni” nel 2020 e 2021. Questo progetto di ricerca intende capire meglio il lavoro di coloro che iniziano, promuovono o accompagnano la partecipazione dei giovani per conto del Comune, ad esempio le animatrici e gli animatori giovanili o i rappresentanti comunali. Su questa base verranno poi elaborate delle raccomandazioni concrete per superare potenziali difficoltà. L’obiettivo è di migliorare in modo sostenibile la partecipazione dei giovani e giovani adulti alle attività dei Comuni.

Il progetto è iniziato nell’agosto 2020 e termina nel settembre 2021.
 

Situazione di partenza

Secondo la Convenzione dell’ONU sui diritti del fanciullo, ratificata dalla Svizzera nel 1997, i bambini e i giovani fino ai 18 anni hanno il diritto di esprimere liberamente la loro opinione su tutte le questioni che li riguardano. Questo vale non solo per la scuola e la famiglia, ma anche per il Comune in cui vivono i bambini e i giovani. Sulla base di questo requisito legale, negli ultimi anni sono apparsi numerosi lavori di ricerca e linee guida che si occupano della partecipazione dei giovani e giovani adulti alle attività del Comune. Queste pubblicazioni si concentrano principalmente sui desideri e bisogni dei bambini e giovani stessi. Tuttavia, sono state ampiamente ignorate le persone che all’interno del processo di partecipazione facilitano l’inclusione dei giovani e giovani adulti nella politica del Comune (i cosiddetti „enabler”). Si tratta, per esempio, di rappresentanti delle autorità comunali, di animatrici e animatori dell’infanzia e della gioventù o di assistenti sociali.

Il progetto previsto si concentra su questo gruppo di persone, approfondendo in particolare la questione dei bisogni, degli atteggiamenti e delle pratiche di lavoro degli „enabler” nell’inclusione dei giovani e dei giovani adulti. Per rendere l’inclusione dei giovani e giovani adulti nel Comune sostenibile e di successo, è di fondamentale importanza considerare in modo adeguato anche le facilitatrici e i facilitatori della partecipazione giovanile. L’inclusione dei giovaninon potrà avvenire finché mancheranno le risorse o le basi legali per garantirla. Inoltre, delle aspettative esagerate e idee sbagliate da parte dei rappresentanti del Comune e degli stessi „enabler“ possono portare al fallimento di progetti di inclusione dei giovani e giovani adulti. C’è infatti tutta una serie di aspetti diversi tra gli „enabler“ della partecipazione giovanile che determinano il successo o il fallimento di tali progetti. L’identificazione di questi fattori permetterà la successiva formulazione di raccomandazioni concrete per le parti interessate, al fine di superare i possibili ostacoli e di prevedere per tempo i potenziali impedimenti.
 

Obiettivi

Il progetto mira a dare un contributo importante all’ancoraggio a lungo termine di strutture che permettono o facilitano la partecipazione dei giovani e giovani adulti nei Comuni svizzeri.

Il progetto è sostenuto dall’Ufficio federale delle assicurazioni sociali, dal Fondo della lotteria del Canton Zurigo e dal Fondo della lotteria del Canton Argovia.

Persona di contatto

Nadia Qadire

E-Mail